REQUISITI DI SICUREZZA

LINEE GUIDA ESERCIZI CON SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI – REQUISITI DI SICUREZZA

Per valutarne l’idoneità di un locale, che magari vogliamo affittare, è sempre bene prima considerare alcuni fattori come: le attività svolte, la densità di affollamento e le vie di uscita (numero, larghezza, capacità di deflusso). I locali aperti al pubblico (essendo anche luoghi di lavoro) devono garantire condizioni di sicurezza in caso di incendio e di ogni altra emergenza (vedi D.Lgs 81/08 e DM 10/03/98).

Principi di base

  • le persone che usufruiscono dei locali sono assimilabili ai lavoratori presenti per quanto riguarda l’applicazione delle norme di sicurezza;
  • Se le scale servono un solo piano al di sopra o al di sotto del piano terra, la loro larghezza non deve essere inferiore a quella delle uscite del piano servito;
  • La larghezza minima di una uscita non può essere inferiore a 0,90 metri (con tolleranza del 2%) e deve essere conteggiata pari ad un modulo unitario di passaggio e pertanto sufficiente all’esodo di 50 persone nei luoghi di lavoro a rischio di incendio medio o basso;
  • Le porte installate lungo le vie di uscita ed in corrispondenza delle uscite di piano, devono aprirsi nel verso dell’esodo;
  • Le vie di uscita e le uscite di piano devono essere chiaramente indicate tramite segnaletica;
  • Tutte le vie di uscita (anche i percorsi esterni) devono essere adeguatamente illuminati fino luogo di raccolta sicuro esterno;
  • Attenzione va anche posta ad aree all’aperto: anche in questi casi devono essere applicate misure minime di sicurezza;
  • Il rischio strutturale, il rischio incendio, ecc. devono essere valutati nel Documento di Valutazione dei rischi;
  • Devono essere presenti un giusto numero di addetti antincendio e di primo soccorso.

 

TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE

Se sei in difficoltà contattami, senza alcun impegno, faremo insieme una valutazione delle tue necessità.

 

dott.  Carlo Lattanzio

SERVIZI E FORMAZIONE
SICUREZZA SUL LAVORO E IGIENE DEGLI ALIMENTI


Prima di stampare, pensa all’ambiente

LA CLASSIFICAZIONE ATECO DEL RISCHIO LAVORATIVO

Classe ATECO e classificazione dei rischi: un utile strumento per orientarsi!

I Macro settori ateco 2007 e rischio alto-medio-basso


Individuare e assegnare un livello di rischio preciso non è semplice proprio perché la Valutazione del Rischio viene effettuata all’interno di una fascia in cui le differenze che determinano l’assegnazione di un grado di rischio piuttosto che un altro sono minime.
Ma in questo ci possono venire in aiuto i codici Ateco.
Per ATECO (ATtività ECOnomiche) si intende una tipologia di classificazione delle attività economiche adottata dall’ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica Italiano) per rilevazioni nazionali di carattere economico.
La ATECO è una classificazione alfa-numerica che riporta più gradi di dettaglio con le lettere che vanno a indicare il macro-settore dell’attività economica e i numeri (da 2 a 6 cifre) che vanno a rappresentare le articolazioni dei settori stessi.
Tale classificazione, oltre che per le normali indagini ISTAT, è importante anche per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro, infatti in base a questa viene poi assegnato il livello di rischio sul lavoro correlato alle attività dell’azienda, esso può essere basso, medio o alto, tale distinzione è poi determinante per quanto riguarda la modalità relativa alla formazione sulla sicurezza sul lavoro del lavoratore e del Datore di lavoro.

Per determinare il livello di rischio:

CLASSIFICAZIONE DEL RISCHIO AZIENDALE


In sintesi:

  • Codici Ateco 2007 delle aziende a Basso Rischio (uffici e servizi, commercio, artigianato e turismo):

G (45, 46, 47) I (55, 56) K (64, 65, 66) L (68) M (69, 70, 71, 72, 73, 74, 75, 77, 78, 79, 80, 81, 82) J (58, 59, 60, 61, 62, 63) R (90, 91, 92, 93) S (94, 95, 96) P (97, 98) Q (99)

  • Codici Ateco 2007 delle aziende a Medio Rischio (agricoltura, pesca, P.A., istruzione, Trasporti, magazzinaggio):

A (01, 02, 03) H (49, 50, 51, 52, 53) Q (88) O (84) P (85)

  • Codici Ateco 2007 delle aziende ad Alto Rischio (costruzioni, industria, alimentare, tessile, legno, manifatturiero, energia, rifiuti, raffinerie, chimica, sanità, servizi residenziali)

B (05, 06, 07, 08, 09) F (41, 42, 43) C (10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 23, 24, 25, 28, 26, 29, 30, 21, 32) D (35) E (36, 37, 38, 39) C (19, 20, 21, 22) Q (86, 87)


Contattami, senza alcun impegno, per consigli e  preventivi sei servizi erogati nell’ambito della sicurezza sul lavoro.

dott.  Carlo Lattanzio

SERVIZI E FORMAZIONE
SICUREZZA SUL LAVORO E IGIENE DEGLI ALIMENTI


Prima di stampare, pensa all’ambiente

© E’ vietata la riproduzione di ogni sua parte senza formale autorizzazione