COSA E QUALI SONO I REQUISITI PROFESSIONALI?

I requisiti professionali richiesti in Friuli Venezia Giulia


Una volta esisteva il  REC (Registro Esercenti Commercio) ma ora non più ed è stato sostituito dai requisiti professionali. Vediamo insieme quali sono i nuovi requisiti e vedremo che non è cambiato poi molto.

L’autorizzazione all’esercizio dell’attività commerciale in sede fissa o sulle aree pubbliche di prodotti alimentari, nonché alla somministrazione di alimenti e bevande, è subordinata al possesso di alcuni requisiti da parte di Titolari, legali rappresentanti o delegati di imprese che intendano operare nel territorio della regione Friuli Venezia Giulia. Dovremo quindi nominare un preposto in possesso dei requisiti professionali, interno o esterno.

In regione l’attività commerciale e di somministrazione di alimenti e bevande è disciplinata dalla Legge regionale F.V.G. 05 Dicembre 2005, n. 29 Normativa organica in materia di attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande” modifica alla Legge regionale F.V.G. 16 Gennaio 2002,  n. 2 “Disciplina organica del turismo.

Lo scopo di questi requisiti è  quello di dimostrare di possedere delle adeguate conoscenze nella materia della vendita o somministrazione di alimenti e bevande, e quello di impedire l’apertura di attività a totali sprovveduti! (COSA DICE LA LEGGE REGIONALE 29/2005?).
Ecco i requisiti professionali richiesti in regione (L.R. 29/05,  Art. 7, comma 2 ):

  • a) avere frequentato il corsi SAB. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato valido per l’iscrizione alla CCIIA;
  • waiter-748231_640b) avere esercitato in proprio, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, l’attivita’ di vendita di prodotti alimentari all’ingrosso o al dettaglio, ovvero l’attivita’ di somministrazione di alimenti e bevande, o aver prestato la propria opera, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, presso imprese esercenti l’attivita’ nel medesimo settore, in qualita’ di dipendente qualificato addetto alla vendita o all’amministrazione o, qualora trattasi di coniuge o parente o affine, entro il terzo grado dell’imprenditore, in qualita’ di coadiutore familiare comprovata dall’iscrizione all’INPS;
  • c) titoli di studio: essere in possesso di una laurea, ovvero di un diploma di scuola media di secondo grado, ovvero di un diploma di scuola alberghiera, ovvero di diplomi o titoli equivalenti (per capire se sei esonerato grazie ai tuoi titoli vedi Circolare 3642).
Il titolare di un pubblico esercizio può condurre direttamente l’attività, oppure ha la facoltà di nominare un preposto esterno per la gestione dell’esercizio.

Per concludere voglio ricordare che la dichiarazione dei requisiti in nostro possesso, per designarci come preposti all’attività di somministrazione, la dovremo auto-certificare in fase di consegna della SCIA e conservarla con i documenti importanti, da dover esibire agli organi competenti, anche di controllo. Possiamo reperire i moduli allo sportello unico delle imprese, nelle sedi decentrare della Camera di Commercio o anche su internet.

Artigiano però non confonderti! leggi questo articolo, non hai bisogno dei requisiti professionali!


PROSSIMI CORSI SAB in FVG: UDINE, APRILE 2019.

  • Periodo:  01/04/2019 – 19/04/2019
  • Durata: 3 settimane, 5 giorni a settimana (Lun. – Ven.)
  • Orario: 6 ore al giorno (14.00-20.00)

Il corso da noi programmato permette di ottenere anche l’attestato di Responsabile dell’Autocontrollo (Osa8).


TORNA ALLA PAGINA PRECEDENTE

Se sei in difficoltà contattami, senza alcun impegno, faremo insieme una valutazione delle tue necessità.


dott.  Carlo Lattanzio

SERVIZI E FORMAZIONE
SICUREZZA SUL LAVORO E IGIENE DEGLI ALIMENTI


Prima di stampare, pensa all’ambiente

© E’ vietata la riproduzione di ogni sua parte senza formale autorizzazione