A chi si applica il D.Lgs. 81/08? Chi è il Datore di Lavoro?

A chi si applica il D.Lgs. 81/08? Chi è il Datore di Lavoro?

 

Il D.Lgs 81/08 si applica in tutti i settori produttivi e a tutti i lavoratori (esclusi i lavoratori domestici e familiari); rispetto al precedente D.Lgs 626/94, quindi, le disposizioni ampliano il numero dei soggetti interessati.
Si applica in primis al Datore di Lavoro, così definito: “il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o comunque il soggetto che, secondo il tipo e l’assetto dell’organizzazione dell’impresa, ha la responsabilità dell’organizzazione stessa o dell’unità produttiva in quanto vi esercita i poteri decisionali e di spesa”.

Proprio in virtù dei poteri che detiene, egli ha la principale responsabilità della tutela e promozione della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro.

normativa

E’ anche opportuno riferire la definizione di datore di lavoro (DdL o Dl) alle diverse forme societarie.

  • SOCIETÀ SEMPLICE (Ss):

sono titolari della società tutti i soci che hanno poteri di amministrazione e di
rappresentanza disgiunta o congiunta; i soci possono nominare, nel contratto sociale o con patto separato, uno o più soci come amministratori/rappresentanti.

  • SOCIETÀ DI FATTO (SdF):

trattandosi di una società fondata tacitamente, ne sono amministratori/responsabili
i fondatori.

  • SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (Snc):

gli amministratori/rappresentanti sono tutti i soci salvo che nell’atto costitutivo
siano espressamente indicati uno o più soci con poteri di amministrazione e rappresentanza.

  • SOCIETÀ IN ACCOMANDITA SEMPLICE (Sas):

i soci accomandatari sono illimitatamente responsabili; l’amministrazione/rappresentanza spetta a ciascuno di essi a meno che nella ragione sociale ne vengano indicati specificamente solo uno o alcuni come amministratori/rappresentanti.

  • SOCIETÀ PER AZIONI (Spa):

la rappresentanza e l’amministrazione spettano al consiglio di amministrazione,
che generalmente delega questi poteri a uno o più amministratori delegati o
direttori generali.

  • SOCIETÀ IN ACCOMANDITA PER AZIONI (Sapa):

la rappresentanza e l’amministrazione sono attribuite analogamente alle Spa; i
soci accomandatari sono illimitatamente responsabili.

  • SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA (Srl):

gli amministratori vengono nominati tra i soci nell’atto costitutivo (salvo che lo
stesso atto non preveda diversamente); agli amministratori spettano anche i relativi poteri di rappresentanza.

A seconda della forma societaria è quindi possibile che più persone possano essere considerate datori di lavoro: in questi casi è utile che le competenze e le relative responsabilità proprie del DdL in materia di sicurezza vengano indicate a capo di un solo soggetto. Questa figura ha un ruolo principalmente gestionale: a lui infatti compete l’organizzazione del processo di lavoro nelle sue componenti umane, logistiche e tecnologiche e quindi anche lo sviluppo efficace della salute e della sicurezza in tale processo. Dovrà quindi organizzare un’attività di gestione della sicurezza di cui è responsabile, come lo è per qualsiasi attività che si svolge all’interno dell’azienda.

La legge gli affida in primis il compito di valutare tutti i rischi dell’attività e definire le misure necessarie a ridurli nella misura massima fattibile. Per far questo dovrà:

  • elaborare la valutazione dei rischi e indire la riunione periodica di prevenzione e protezione;
  • organizzare il Servizio Prevenzione e Protezione, una struttura specificamente dedita alla gestione della sicurezza in azienda, con un suo responsabile il cui ruolo può anche essere ricoperto dallo stesso Dl nelle realtà prive di particolari rischi e con ridotta complessità organizzativa (definite all’allegato 2 del Tusl);
  • innescare e ricercare la partecipazione dei lavoratori, in particolare per mezzo delle figure di rappresentanza.

Inoltre, quando dalla valutazione dei rischi emerga la necessità di instaurare la sorveglianza sanitaria, o dove la legge lo prevede espressamente, spetta a lui nominare il Medico Competente.

Il Dl ha anche l’obbligo di organizzare la gestione interna delle emergenze, individuando e formando gli addetti e fornendo i mezzi necessari.

Infine, è suo compito vigilare sui lavoratori, sui collaboratori e sul personale delle imprese appaltatrici affinché tutti osservino le misure di sicurezza e le disposizioni aziendali in materia, potendo anche erogare sanzioni disciplinari previste dalle diverse disposizioni contrattuali o definite negli accordi commerciali stabiliti con le imprese esterne.

Importante è la funzione di raccordo che il Dl dovrà svolgere nei confronti del Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione, del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, del Medico Competente, e degli stessi dirigenti e preposti che con lui cooperano: egli dovrà infatti fornire loro ogni informazione utile a effettuare la valutazione dei rischi – se non se ne occupa in prima persona
– e a prendere i provvedimenti necessari, oltre a ogni informazione che derivi dalla stessa valutazione.
Inoltre – insieme ai dirigenti per le funzioni e aree di loro competenza – è a lui che compete la cura delle comunicazioni da/verso gli enti esterni.
E’ quindi il soggetto a capo della gestione della sicurezza in azienda.
Pur mantenendo comunque il suo ruolo, il Dl può delegare alcune delle proprie funzioni in materia di sicurezza del lavoro a uno o più dei suoi collaboratori, solitamente scelti nell’ambito di figure di taglio dirigenziale.
La delega di funzioni può quindi individuare compiti che vanno a sommarsi agli obblighi di sicurezza di ruolo, assegnati dalla norma.
La cosiddetta “delega di funzioni” solitamente viene scelta in quelle realtà complesse dove a livello organizzativo il Dl sia molto distante dalle attività lavorative svolte;
per poter essere considerata valida anche ai fini di eventuali responsabilità penali deve rispondere ad alcuni requisiti definiti per via legislativa.
Vi sono a ogni modo alcuni compiti che il Dl non può delegare, in quanto sono imputabili in via esclusiva alla sua figura, dal momento che riguardano l’individuazione della strategia aziendale in materia di sicurezza del lavoro:
– l’obbligo di valutazione dei rischi, con la conseguente stesura di un programma degli interventi di prevenzione e protezione necessari, – l’obbligo di designare il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.
La delega deve essere comunicata in azienda, raggiungendo tutti i soggetti coinvolti a vario titolo nel sistema di prevenzione (e quindi, nei fatti, tutti).
E’ bene specificare che la delega di funzioni non esonera completamente il Dl dalle proprie responsabilità di ruolo. Inoltre il ricorso alla delega è ammesso e ha senso nelle realtà dove, per dimensioni aziendali o tipologia di organizzazione  per esempio più sedi dislocate sul territorio – il Dl abbia effettive difficoltà a tenere sotto controllo la situazione e preferisca quindi individuare dei collaboratori che lo supportino nel proprio ruolo. Nelle microimprese, in genere, il Dl è una figura vicina al lavoro e agli stessi lavoratori: può quindi orientare il lavoro con agevolezza e anche con la necessaria autorevolezza che invece un delegato potrebbe non avere.

 

Quali sono le figure responsabili che il Datore di Lavoro è tenuto a nominare?
Il datore di lavoro deve nominare le seguenti figure:

  • Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP)
  • Il Medico Competente (ove necessario)
  • Gli Addetti alle emergenze (antincendio e primo soccorso).

 

dott.  Carlo Lattanzio

SERVIZI E FORMAZIONE
SICUREZZA SUL LAVORO E IGIENE DEGLI ALIMENTI

 

Prima di stampare, pensa all’ambiente

© E’ vietata la riproduzione di ogni sua parte senza formale autorizzazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...